rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia Centro storico

Agenzie di viaggio trentine: le recensioni con Tour Audit sono inutili

Fiavet non valuta positivamente il sistema di recensione b2b delle agenzie di viaggio ideato da Asat, una delle associazioni di albergatori attive in Trentino. Bolgia: sarà davvero efficace se prevede un controllo serio sulle recensioni

Un sistema di recensioni on line per giudicare le agenzie di viaggio è "sostanzialmente inutile". Lo afferma la presidente di Fiavet Trentino, la federazione che riunisce la quasi totalità delle agenzie di viaggio della provincia, Laura Bolgia, che invita a valutare con prudenza l'effettiva utilità di Tour Audit, il sistema di recensione b2b delle agenzie di viaggio ideato da Asat, una delle associazioni di albergatori attive in Trentino. "La fiducia, in un rapporto commerciale, è un bene reciproco - spiega la presidente Laura Bolgia, dell'omonima agenzia di viaggi - e il meccanismo delle recensioni online ha dimostrato, anche ai danni degli stessi albergatori, di avere dei limiti".

"Dopo la liberalizzazione dell’esercizio della professione di agente di viaggio - spiega la presidente Bolgia - avvenuta a fine anni Novanta, il mercato è cambiato, aprendosi anche a chi non sempre è in possesso della qualificazione necessaria. Può succedere che alcuni albergatori possano avere dei problemi con qualche tour operator, anche straniero; per quel che riguarda le agenzie di viaggio trentine, soprattutto quelle associate a Fiavet, mi sento di valutare sostanzialmente inutile un sistema di recensioni online, vista l'alta professionalità e affidabilità delle nostre imprese. Discorso diverso, invece, per il contesto nazionale e internazionale".

"Avere maggiori informazioni sui propri partner commerciali - prosegue Bolgia - è indubbiamente un bene, a patto di saper valutare l'attendibilità delle stesse. Il progetto Tour Audit sarà davvero efficace se prevede un controllo serio sulle recensioni. Succede talvolta, infatti, che le contestazioni si riferiscano a quanto già previsto dai contratti, che sono documenti firmati dagli stessi albergatori: sarebbe opportuno valutare sempre a fondo tutta la documentazione degli stessi al momento della stipula, magari facendosi assistere dalla propria Associazione di categoria, per evitare di trovarsi di fronte a situazioni tanto sgradite quanto prevedibili. È vero anche che la crisi ha messo in difficoltà tutta la filiera del turismo, facendo aumentare i casi di conflittualità. L'auspicio è che la timida ripresa di questa stagione consenta una distensione nelle relazioni ed un calo degli episodi, da una parte e dall’altra, di criticità", conclude la presidente.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenzie di viaggio trentine: le recensioni con Tour Audit sono inutili

TrentoToday è in caricamento