Nuova Biblioteca, protestano gli studenti: "Costosa e lontana dalle facoltà"

Lontana dalle facoltà del centro, per non parlare di quelle in collina, inserita in un quartiere deserto, con posti troppo costosi per la pausa pranzo, secondo il coollettivo studentesco Refresh Lab la BUC sarebbe il tentativo di coprire il fallimento de Le Albere

Apre i battenti oggi, ad un mese dall'inaugurazione ufficiale, la Biblioteca Universitaria nel quartiere le Albere. Una struttura all'avanguardia, dove è custodito quasi tutto il patrimonio librario dell'ateneo, ma la scelta del luogo, ed altri aspetti dell'operazione condotta da Provincia e Università destano qualche perplessità tra gli studenti. Questa mattina le  porte d'ingresso della Biblioteca erano "sigillate" con del nastro bianco e rosso ed all'ingresso era appeso uno striscione di protesta.

Opera del collettivo studentesco Refresh Lab, che protesta contro i tagli alle borse di studio, o meglio controla  revisione del sistema di accesso visto che la somma è la stessa ma i destinatari sono stati quasi dimezzati. Ma ce n'è anche per  la Biblioteca: decentrata rispetto alle facoltà del centro, per non parlare di quelle della collina; chiusa fino a ieri, a ridosso della sessione d'esami invernale, e delle festività; situata in un quartiere "desolato, economicamente inaccessibile per gli studenti"  si legge in un comunicato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oltraggioso e inaccettabile - prosegue il comunicato - è questo tentativo di riparare al fallimento del quartiere delle Albere, per metà ancora invenduto, con il forzato obbligo a frequentarlo per poter richiedere un manuale in prestito. Sfruttare la componente universitaria per riparare ai fallimenti è un atto meschino". La Biblioteca aprirà oggi, giovedì 22 dicembre,per chiudere dalla vigilia di Natale in poi, aprendo a singhiozzo fino all'8 gennaio:  ecco gli orari ed i giorni di chiusura, clicca qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

Torna su
TrentoToday è in caricamento