L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

Incredibile notizia nella vicenda dell'orso più ricercato del Trentino. Ora si aggira, senza collare GPS, in una zona molto più popolata

L'orso M49

L'orso M49 è stato catturato, ma poi è scappato. E' questa l'incredibile notizie sulla vicenda dell'orso più dannoso, secondo la Provincia, dei boschi trentini. L'esemplare, per il quale due settimane fa il governatore Fugatti aveva emanato l'ordinanza di cattura, è finito in una delle tre trappole a tubo predisposte dalla forestale in Val Rendena. 

Ricerche nella zona della Vigolana

La cattura è avvenuta nella serata di domenica 14 luglio, ella zona della Val San Valentino, alle pendici del Brenta. Poi l'orso è stato trasferito nella struttura del Casteller, alle porte di Trento, come previsto. E qui sarebbe successa una cosa imprevedibile: l'orso è fuggito, nelle prime ore del mattino di lunedì 15 luglio.

La fuga oltre 3 recinti da 7000 volt

L'animale era dotato di collare con segnale GPS, ma il dispositivo è stato rimosso dopo la cattura. Impossibile ora stabilire con certezza dove si trovi. Per ora la zona delle ricerche è quella ai piedi della Vigolana, sopra Valsorda. Il governatore Fugatti: "La fuga dimostra quanto sia pericoloso"

I forestali trentini sono sulle sue tracce, con i cani da ricerca. Nel caso in cui l'orso dovesse essere avvistato in zone abitate l'ordine è quello di sparare. Nel frattempo il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha annunciato una diffida nei confrontid ella Provincia autonoma di Trento ed ha inviato sul posto una squadra dell'Ispra per fare chiarezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento