Orso M49: c'è l'ordine di sparare, il Ministro manda gli ispettori da Roma

Diffida del ministro Costa: "Inefficienza nella cattura, gli esperti faranno chiarezza"

Una guardia forestale del Trentino con un recinto anti-orso

Orso M49 catturato e subito fuggito dal recinto nel quale era rinchiuso. Una notizia che ha dell'incredibile, e che ha guadagnato, in mattinata, le prime pagine dei quotidiani nazionali. In molti vedono nella vicenda il fallimento della Provincia autonoma di Trento, che sia nella scorsa legislatura sia nell'attuale si è battuta per avere piena gestione di lupi e orsi. Abbattimento compreso. 

LAV e WWF: "Provincia incompetente"

Tra i detrattori ci sono, naturalmente, le associazioni ambientaliste: "Chiediamo alla Magistratura di aprire subito un'indagine per capire cosa è successo ed al Ministro Costa di togliere con effetto immediato la gestione degli orsi alla Provincia di Trento. Non sanno contenere un orso in un recinto, figuriamoci come hanno messo a punto fino ad ora le opere di prevenzione e dissuasione necessarie", scrive la LAV su facebook.

Fugatti: "La fuga spiega quanto sia pericoloso"

Dello stesso avviso il WWF: "Numerose domande sorgono spontanee: perchè legare con tanta fretta fuga e pericolosità? Due fenomeni completamente diversi. Ma i fatti in nostro possesso, ai quali è bene attenersi, già bastano ad evidenziare la totale incompetenza di questa amministrazione di fronte ad una situazione ampiamente evitabile".

Nel frattempo il governatore del Trentino ha velatamente riferito che, in caso di pericolo per l'uomo, l'ordine è quello di sparare. E di fronte alle accuse si difende ancora una volta rigirando la colpa su Roma: il recinto dal quale l'orso è fuggito, spiega, è stato costruito secondo criteri ministeriali. 

Orso M49: arrivano gli ispettori da Roma

Proprio da Roma arriva, invece, la diffida del ministro Costa, il quale ha anche inviato sul posto una squadra di forestali statali (visto che in Trentino la Guardia Forestale è provinciale): "Le inefficienze mostrate nella cattura, che non mi vedono e mai mi hanno visto concorde, reclamano professionalità e attenzione massima. Cosa che invece fin qui non è stata mostrata. E adesso si parla di abbattimento? Assurdo e paradossale. Ho chiesto a Ispra di mandare subito una squadra di esperti che, congiuntamente ai tecnici della provincia autonoma di Trento, faccia chiarezza sulla fuga di M49 e poi si intervenga con la cautela del caso, senza minare la vita dell'animale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

Torna su
TrentoToday è in caricamento