menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità: arriva il modello multizonale

In un comunicato in cui smentisce le voci apparse sui quotidiani circa i tagli al reparto di anatomia patologica di Rovereto l'assessora Borgonovo Re illustra il nuovo modello che sarà applicato ad altri settori della sanità provinciale

Due reparti, due sedi, un solo primario: è questo il modello che l'assessora alla sanità Donata Borgonovo Re ha annunciato per le unità di anatomia patologica ed oculistica. Si tratta di un modello cosiddetto multizonale: "la nuova configurazione prevede che l’unità operativa di oculistica abbia sede istituzionale a Rovereto e sede operativa a Trento e che l’unità operativa di anatomia patologica abbia sede istituzionale a Trento e sede operativa a Rovereto. Avremo ancora due reparti di oculistica e due strutture di anatomia patologica ma le stesse saranno gestite da un unico primario”.

La spiegazione è contenuta in un comunicato che risponde alle voci apparse sui quotidiani di tagli ai due reparti. Sulla stessa riga verranno ripensati anche altri settori della sanità provinciale: "il modello multizonale verrà esteso ad altre funzioni nell'ambito della riorganizzazione della rete ospedaliera, che ci consentirà l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse disponibili e un conseguente aumento dell’efficienza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento