Mascherina obbligatoria all'aperto: ecco cosa dice il decreto, multe fino a 1000 euro

Il Dpcm ha ricevuto il via libera della Camera, in Trentino si attende l'ordinanza provinciale

Obbligo di mascherina all'aperto con multe da 400 a 1000 euro per chi sgarra: la novità nell'aria ormai da giorni è diventata ufficiale con l'approvazione alla camera del nuovo Dpcm Conte sull'emergenza covid.

Tutte le novità del nuovo Dpcm

Si tratta, come spiega Today.it, di un "Dpcm-ponte" che sarà in vigore fino al 15 ottobre, cioè fino a quando scadranno le norme anti-contagio già approvate in precedenza. Lo stato di emergenza è stato invece prorogato fino al 31 gennaio e si attendono dunque le norme che regoleranno la vita sociale degli italiani fino a fine anno.

Dpcm e mascherine obbligatorie: multe da 400 a 1000 euro 

Con il nuovo Dpcm entra in vigore l'obbligo di mascherine all'aperto: per i trasgressori sono previste multe a partire da 400 euro, che possono arrivare anche a 1000. Ci sono ovviamente delle eccezioni: dall'obbligo sono esclusi i bambini sotto i sei anni,  i soggetti con patologie e disabilità non compatibili con l'uso del dpi e chi fa attività motoria (fermo restando il distanziamento di almeno due metri). Anche gli esercenti che non fanno rispettare i divieti all’interno del proprio locale rischiano la stessa multa.

Fugatti: "Se questa è l'interpretazione non contestiamo"

Ma c’è una precisazione importante da fare: il Dpcm prevede "l'obbligo di avere sempre con sé, al di fuori della propria abitazione, dispositivi di protezione individuale, con possibilità di prevederne l'obbligatorietà dell'utilizzo anche all'aperto allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi". In poche parole se ci si trova da soli o tra conviventi non è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione. Nei luoghi al chiuso, invece, la mascherina è sempre obbligatoria ad eccezione delle abitazioni private.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le norme in Trentino: si attende l'ordinanza provinciale

Come avvenuto in passato in Trentino si attende un'ordinanza del presidente della Provicia autonoma che recepisca quanto stabilito da Roma. Anche questo decreto impone però alle regioni ed alle province autonome il divieto di adottare misure meno restrittive rispetto a quelle nazionali. Semmai, come già ipotizzato per esempio in Campania, le amministrazioni locali potranno aggiungere norme più stringenti a quelle valide in tutto il Paese. In Trentino, come da ordinanza del governatore emanata a fine estate, vige già l'obbligo di utilizzare la mascherina in luoghi "a rischio" affollamento dopo le 18. Norma che, evidentemente, verrà assorbita nel più generale obbligo valido per tutte le 24 ore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Bollettino coronavirus in Trentino: altri 3 morti, la Provincia annuncia nuovi provvedimenti

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento