Il titolare non ha la mascherina: Green Tower chiuso per cinque giorni

Ad accorgersi della palese violazione delle norme è stato un funzionario della Questura, che si è poi finto cliente

Il Ristorante Green Tower chiuso per cinque giorni: uno dei camerieri non indossava la mascherina. Ad accorgersi della palese violazione delle norme anti-covid è stato un funzionario della Questura che, trovandosi ad attraversare la strada all'incrocio di via Torre Verde sabato sera ha notato nel giardino esterno del noto ristorante trentino il cameriere a volto scoperto.

Erano circa le 23 ed il locale era in pieno servizio, visto che si tratta di uno dei ristoranti che restano aperti fino a tardi in città. Il funzionario, insospettito, è entrato in azione fingendosi un cliente per verificare se si trattasse di una "svista" o se la violazione fosse sistematica.

"Durante la cena - scrive la Questura - il funzionario, notava che l'uomo, con assoluta noncuranza della presenza del cliente, entrava ed usciva del locale chiuso senza alcun dispositivo di protezione individuale. Al termine, il funzionario di polizia si presentava alla cassa e, dopo aver pagato il conto, contestava al cameriere, risultato poi essere il titolare della licenza, la mancata osservanza delle disposizioni".

Per le operazioni di verbalizzazione è intervenuta anche una volate, già impegnata in un servizio notturno.In seguito è scattato l'ordine del Questure che ha decretato la chiusura dell'esercizio fino al 22 settembre, oltre ad una sanzione che va dai 400 ai 1000 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento