La reazione

Lupi, la Lega Abolizione Caccia contro Fugatti: "Fai solo propaganda"

Dito puntato contro la firma del decreto di abbattimento dello scorso 24 luglio. L'Oipa valuta azioni legali

La Lega Abolizione Caccia alza la voce dopo la firma del presidente della Provincia Maurizio Fugatti del decreto 41 dello scorso 24 luglio per l’abbattimento di due lupi in quel di Malga Boldera.

“Si tratta dell'ennesima dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, che l’attuale amministrazione non ha alcuna reale intenzione di occuparsi di una seria ‘gestione’ dei carnivori selvatici, ma solo quella di sfruttare mediaticamente, per bieca propaganda,  con deliberazioni-spot e disinformazione, il tema dei predatori nell’arco alpino” commenta in una nota la Lega Abolizione Caccia.

Fugatti ha firmato l’ordinanza per abbattere due lupi: è la prima volta in Italia

L’accusa

La Lega Abolizione Caccia punta poi il dito sulla mancanza di forme strutturali di prevenzione o dissuasione delle predazioni al bestiame. “Questo non è altro che un mantra unicamente per tenere alta la visibilità del presidente, senza affrontare tecnicamente alcun problema da risolvere” il commento finale.

Intanto, anche l'Oipa è intervenuta con un comunicato: "Aspettiamo di leggere il provvedimento per valutare le conseguenti azioni legali. Purtroppo il presidente Fugatti non si smentisce e prosegue nella sua azione persecutoria nei confronti della fauna selvatica del Trentino, causando sconcerto tra chi ama gli animali e un danno d’immagine a un territorio che da paradiso sta diventando un inferno per la biodiversità",

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupi, la Lega Abolizione Caccia contro Fugatti: "Fai solo propaganda"
TrentoToday è in caricamento