rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Predazzo

Ferrovia delle Dolomiti, Bard: "L'anello si può chiudere con la Feltre-Primolano"

Dopo l'appello dell'europarlamentare Herbert Dorfmann un'altra sollecitazione a coinvolgere la provincia di Trento nel progetto arriva dagli autonomisti bellunesi che riferiscono della richiesta del governatore Zaia a Trento per realizzare il collegamento tra Feltre e Primolano

Sarà firmato nel giorno dell'Epifania a Cortina l'accordo tra il governatore altoatesino Arno Kompatscher ed il presidente della Regione Veneto Luca Zaia sulla "ferrovia delle Dolomiti", o almeno sul primo tratto. Per creare un  vero e proprio anello manca infatti l'accordo con Trento. A sollecitare un intesa, dopo l'appello dell'europarlamentare Dorfmann sono gli autonomisti bellunesi del Bard che appoggiano la richiesta di Zaia per un collegamento simile tra Feltre e Primolano, passando in territorio trentinoo e collegando così la Valsugana alla nascente linea del Cadore.

"Per noi, il collegamento a Nord non può essere ancora il Cortina-Dobbiaco. Sarebbe più utile, efficace e realizzabile un passaggio per Auronzo o il Comelico, per giungere poi in Pusteria e da lì in Austria - si legge  in una nota del movimento autonomista bellunese - Chiediamo a Zaia un incontro per spiegargli la nostra idea e le conclusioni che abbiano tratto con gli studiosi bolzanini. Il tracciato va deciso anche in base alle caratteristiche tecniche della linea e della rete già presente a Bolzano. Se davvero il suo obbiettivo è far viaggiare il primo treno delle Dolomiti entro il 2021, noi abbiamo le possibilità di aiutarlo concretamente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovia delle Dolomiti, Bard: "L'anello si può chiudere con la Feltre-Primolano"

TrentoToday è in caricamento