menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenda Aquarius, il Centro Astalli di Trento: "Autorizzare ogni futuro arrivo"

La posizione del Centro Astalli di Trento, ente dei gesuiti italiani, sulla decisioned del neoministro Salvini

"Non si possono cambiare politiche e accordi sulla pelle dei migranti e nella contingenza di situazioni di emergenza che richiedono cooperazione e tempestività d’azione". Il Centro Astalli di Trento prende posizione sulla vicenda Aquarius, la nave dell'Ong Sos Mediterranèe, "dirottata" dal Governo italiano in Spagna con il suo carico di 600 vite umane.

Apriamo i porti: protesta anche a Trento

Il Centro astalli di Trento, organo della Compagnia di Gesù per i migranti, chiede "che venga autorizzato ogni futuro arrivo dei migranti nel porto sicuro più vicino al fine di apportare tempestivamente le cure necessarie ai migranti, le cui nazionalità indicano che si tratta per lo più di persone in fuga da guerre, persecuzioni, crisi umanitarie e regimi dittatoriali e che vengano attivate vie legali d’ingresso per chi ha diritto a chiedere asilo in Europa attraverso programmi di reinsediamento che prevedano il coinvolgimento responsabile di tutti gli stati membri dell’Unione Europea e la riattivazione di quote d’ingresso per lavoratori stranieri che permettano di coprire il fabbisogno di manodopera in Italia e infliggano così un duro colpo al lavoro nero e al traffico di esseri umani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento