Orsi, Dj3 trasferita dal Casteller dopo quasi 10 anni per fare spazio ai 'ricercati'

Il centro può ospitare al massimo tre esemplari

L'orsa Dj3, detenuta da nove anni al Casteller, verrà trasferita. Ad annunciarlo la Provincia, che è alla ricerca di spazi per la gestione dei plantigradi ritenuti problematici.

Figlia di Daniza e Jose, l'orsa verrà trasferita nel centro faunistico di Spormaggiore. Prima però i recinti di quest'ultimo centro faunistico e del Casteller verranno rinforzati. Al momento sono tre gli esemplari sui quali pende un'ordinanza di cattura: oltre a M49, ci sono altri due orsi avvistati in paese a Dimaro Folgarida e Andalo, dove era già stato catturato M57 che attualmente si trova al Casteller.

Nelle prossime ore, quindi, il numero degli orsi in cattività in Trentino potrebbe aumentare. In ogni caso, la capienza massima del Casteller è di 2/3 esemplari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Elezioni comunali: affluenza al 64%, a Trento in aumento di 6 punti

  • Elezioni comunali 2020: ecco i primi 21 sindaci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento