rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Attualità

Incendi boschivi in Trentino, non è solo colpa della siccità

Tra le cause ci sono grigliate, dispositivi contro le punture da insetto, attrezzature o veicoli surriscaldati

“Prendendo in esame le cronache di questi giorni in Trentino, Alto Adige e Veneto possiamo notare come eventi disastrosi possono iniziare semplicemente dalle ceneri di una grigliata non correttamente smaltite, da candele o dispositivi contro le punture da insetto non correttamente posizionati, da attrezzature o veicoli surriscaldati, magari posteggiati in un campo con erba alta secca”.

A dirlo sono stati Matteo Merz, comandante dei vigili del fuoco volontari di Romagnano, e Giordano Parisi, viceispettore della zona di Trento, oggi in una conferenza stampa a seguito della riunione della Giunta provinciale.

In questo periodo la situazione preoccupa particolarmente i vigili del fuoco: la siccità permette agli incendi boschivi di propagarsi velocemente e rende difficile reperire l’acqua per lo spegnimento in quanto fiumi, ruscelli, fossati e sorgenti sono molto bassi o addirittura asciutti in alcune zone.

Solo nel mese di luglio due grossi incendi hanno interessato il Trentino: quello in Panarotta che ha bruciato 100 ettari di bosco, e quello scoppiato a Nago, sul monte Baldo, domenica 10 luglio. In entrambi i casi le fiamme si sono propagate per giorni, con focolai che hanno ripreso vigore a causa delle alte temperature.

“Se il cittadino si dovesse trovare a gestire un principio d’incendio - spiegano ancora i vigili - deve intervenire, se è una cosa di dimensioni ridotte (ad esempio delle braci di una grigliata), magari con una tanica d’acqua o, ancora meglio, se dispone in macchina di un piccolo estintore. Se invece l’incendio è più esteso deve avvisare sempre e subito la centrale unica delle emergenze al numero 112”.

Tra le regole ricordate dai vigili del fuoco per evitare la propagazione di incendi ci sono infine quella di evitare di fumare nei boschi, nonché evitare l’uso di qualsiasi fiamma libera, a partire da quelle del barbecue.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi in Trentino, non è solo colpa della siccità

TrentoToday è in caricamento