Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Feste Vigiliane: c'è tutto (tranne i fuochi) ma bisognerà prenotare ogni evento sul sito

Dal "concertone" in piazza Duomo ai momenti tradizionali: zattere, tonca e sfida all'ultima polenta. Il posto, però, è da prenotare di volta in volta. Il sindaco: "Restituiamo a Trento la sua festa popolare"

Feste Vigiliane 2021 nel segno della ripartenza, seppur con tante regole magari semplici da leggere nero su bianco, ma poi difficili da rispettare concretamente nei giorni degli eventi: mascherina, distanziamento, divieto di assembramento. Con entusiasmo, in vista di uno sforzo organizzativo che appare fin d'ora titanico, gli organizzatori hanno deciso di restituire a Trento le feste patronali, dopo quelle dell'anno scorso, in streaming. Il pubblico ci sarà ma, attenzione: gli ingressi saranno contingentati e sarà tassativa la prenotazione nominale. In questo senso il sito ufficiale www.festevigiliane.it fungerà da piattaforma digitale per gestire al meglio la presenza ad ogni evento.

"Abbiamo iniziato a pensare all'ipotesi delle feste in presenza non più di un paio di mesi fa - ammette il sindaco Franco Ianeselli - poi abbiamo preso una decisione, sapendo che la pandemia non è finita ma che i dati ci permettono di dire che i trentini torneranno a vivere questa grande festa popolare". E' lo stesso sindaco a fare riferimento alla scelta di segno opposto, molto sofferta, con la quale la Giunta annullò i Mercatini di Natale. L'appuntamento estivo sembra fare da contrappunto ad un inverno di lockdown e nell'intento degli organizzatori vuole essere un segnale di ripresa, rivolto in primis agli operatori economici.

Non ci saranno food truck, stand gastronomici o commerciali, proprio per favorire negozi e ristoratori del centro storico. Gli appuntamenti principali sono confermati: Tribunale di Penitenza, Disfida dei Ciusi e dei Gobj (che si preparano anche ad aprire le feste con una "ganzega" in via Belenzani che è già sold out), Tonca e Zatterata. Niente fuochi d'artificio, però; troppo alto il rischio di assembramenti spontanei ed incontrollati. Moltissimi gli eventi paralleli: dalla musica al teatro, dagli spettacoli comici al concorso Miss Vigiliane. Per tutti gli eventi si parla di cancelli d'ingresso e conta-persone. Una sfida sul versante dell'organizzazione e dell'ordine pubblico.

Altra novità organizzativa: le feste animeranno la città per due weekend di seguito, dal 18 al 20 e nuovamente dal 25 al 27 giugno, andando quindi oltre il giorno del santo patrono. Sono circa 80 gli eventi paralleli, inclusi mercatini, momenti per i più piccoli, concerti, incontri, comicità, teatro (torna anche Andrea Castelli), spettacoli comici itineranti. Eventi di piazza, ma sempre sottoposti a rigide regole: Piazza Duomo ospiterà una gara di karaoke ed un grande concerto dedicato alla musica di Carlos Santana, solo per fare un esempio, ed anche in questo sarà obbligatoria la prenotazione. Il giardino del Muse si trasformerà in un Parco...scenico, piazza Battisti ospiterà dirette radio, incontri musicali e danza, mentre gli spettacoli di cabaret saranno dislocati in vari angoli del quartiere di San Martino.

"Per quanto riguarda il distanziamento sapevamo già di andare sul sicuro - ironizza l'istrionico direttore artistico Lucio Gardin -, noi trentini lo abbiamo nel Dna. Quando abbiamo detto che la distanza minima era di un metro e mezzo tra due persone i trentini hanno detto: 'si vizìni?". Battute a parte la scommessa è proprio sul senso di responsabilità dei trentini, che diligentemente dovranno fare uno sforzo ulteriore per tornare a vivere le feste. Scegliere tra i tantissimi eventi, prenotare un posto, stare in fila, assistere nel rispetto delle regole. "Del resto Ciusi e Gobj sono già avanti: in 38 anni di vigiliane hanno sempre indossato la mascherina" conclude, ironico, Gardin. La "disfida" è aperta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste Vigiliane: c'è tutto (tranne i fuochi) ma bisognerà prenotare ogni evento sul sito

TrentoToday è in caricamento