Lo scontro

F36, Fugatti annuncia il ricorso al Consiglio di Stato

Il presidente rimane dell'idea che l'esemplare sia pericoloso e che l'abbattimento sia la soluzione migliore

Dopo il decreto con cui il Tar di Trento ha bloccato l’abbattimento dell’orsa f36 non si è fatta attendere la reazione del presidente della Provincia Maurizio Fugatti.

In conferenza stampa, il numero uno della Lega trentina ha annunciato l’intenzione di fare ricorso al Consiglio di Stato perché la sentenza venga rivista. Sostenendo che la cattura dell’animale (disposta dal Tar) sia una soluzione più problematica dell’abbattimento, Fugatti ha inoltre ribadito la sua opinione per cui F36, già radiocollarata, sarebbe un esemplare estremamente pericoloso e un problema per la sicurezza pubblica. 

I continui spostamenti del plantigrado negli ultimi giorni ne avrebbero reso impossibile l’abbattimento, nonostante l’ordinanza firmata da Fugatti lo scorso giovedì 7 settembre avesse dato il via libera alla sua uccisione immediata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

F36, Fugatti annuncia il ricorso al Consiglio di Stato
TrentoToday è in caricamento