Attualità

Trento, il "curioso" volantino con il simbolo del vaccino anti-Covid

Un volantino che, in realtà, tanto curioso non è viste anche le ultime manifestazioni in tante piazze italiane contro le ultime decisioni del Governo per cercare di contenere il contagio da coronavirus

Il volantino (Foto di Michele Viganò)

Un foglio quadrato con la stampa della primula rosa, simbolo della campagna vaccinale anti-Covid, e la frase: "Fidati, FUNZIONICCHIA". Il curioso volantino è stato notato in via Calepina a Trento, nella mattinata di martedì 27 luglio. Un volantino che, in realtà, tanto curioso non è viste anche le ultime manifestazioni in tante piazze italiane contro le ultime decisioni del Governo per cercare di contenere il contagio da coronavirus. Soprattutto, viste anche le dichiarazioni del premier Mario Draghi Stato rese in conferenza stampa, giovedì 22 luglio, dopo aver prorogato lo stato d'emergenza, reso il green pass obbligatorio per sedersi all'interno di bar e ristoranti e dettato i nuovi criteri di classificazione delle regioni in base all'andamento del contagio. "L'appello a non vaccinarsi è l'appello a morire, non ti vaccini ti ammali e muori, o a fai morire, non ti vaccini, contagi e fai morire. È anche un appello a richiudere tutto", aveva detto Draghi, rispondendo a una domanda sugli appelli no-vax di alcuni politici.  

Sui vaccini e la variante Delta, il professor Galli: "Funzionicchiano"

Quel "funzionicchia", però, potrebbe venire dalla puntata di Otto e mezzo il programma di approfondimento giornalistico quotidiano di La7,del 1° di aprile, quando il professore Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, alla giornalista Lilli Gruber che lo incalzò con la domanda: "E quindi non funzionano questi vaccini contro la variante inglese, professore?", rispose: "Se dovessi dire dalle numerose segnalazioni recenti, funzionicchiano. Nel senso che comunque fanno quello che è fondamentale".

Una dichiarazione che venne ripresa dai giornali, ma anche sui social. Quel "funzionicchia" che dopo mesi viene utilizzato per commentare le diverse notizie sull'andamento del contagio da coronavirus nel paese. Ad usarlo era stata anche la ballerina Heather Elizabeth Parisi che è stata anche "silenziata" da Facebook per 3 giorni per aver riportato determinate informazioni: 

Parisi, nel tweet che le è costato 3 giorni di silenzio, aveva scritto: 

“Gennaio: ‘I vaccini sono sicuri al 100%’. Febbraio: ‘Non è dimostrata correlazione’. Marzo: ‘I benefici sono superiori ai rischi’. Aprile: ‘Funzionicchiano e amazzicchiano‘. Settembre: Pronto il vaccino contro i vaccini”. Nel video invece si sente l’infettivologo Massimo Galli dell’ospedale Sacco di Milano dire: “Attualmente abbiamo delle reinfezioni negli stessi vaccinati dati da variante inglese, le segnalazioni ormai sono parecchie e recenti. Niente di grave, perché sono quasi tutte infezioni blande”.

L'altro parere

In risposta al "funzionicchiano" del professor Galli, un mese dopo, il virologo e immunologo, Roberto Burioni aveva risposto con un tweet pubblicando la nota di Pfizer che affermava che non sarebbe stata necessaria una nuova formula contro le varianti:

Burioni è tra i professionisti più discussi dall'inizio della pandemia. Tra i più rigidi sulle linee da adottare, a luglio è tornato al centro delle critiche per l'ultimo tweet condiviso e che riguarda le persone che non vogliono sottoporsi al vaccino: 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, il "curioso" volantino con il simbolo del vaccino anti-Covid

TrentoToday è in caricamento