rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

I segni del bostrico: già danneggiati 7mila ettari di foresta

Per la filiera del legno un danno da 350 milioni di euro. Gravi conseguenze anche sull'ambiente

Danni ambientali ed economici. Un ecosistema colpito duramente prima dal maltempo e poi dal bostrico, il coleottero che attacca gli abeti rossi. Dopo l'impatto della tempesta Vaia, il parassita ha già attaccato circa 7mila ettari di foresta e danneggiato 3 milioni di metri cubi di legname. Grazie alla sovrabbondanza di legname schiantato infatti, il bostrico ha cominciato ad attaccare anche le piante sane.

I dati sono stati diffusi da Etifor, società di ricerca partecipata dall' Università di Padova. In prospettiva, entro 5 anni, si stima che i metri cubi di legname bostricato, quindi inutilizzabile o di scarso valore, supereranno gli 8,7 milioni già abbattuti da Vaia, con un danno economico per la filiera del legno pari a circa 350 milioni di euro, oltre ad un ingente danno ambientale: 11 milioni di tonnellate di Co2 rilasciate dalle foreste morte, oltre alla Co2 che non verrà catturata, pari a quelle emesse mediamente in un anno da 5 milioni di automobili.

La tempesta Vaia, nell' ottobre 2018, ha colpito 494 Comuni tra Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia per un totale di 42.800 ettari di bosco danneggiati e due miliardi di danni complessivi tra infrastrutture, edifici e patrimonio ambientale. La lotta al bostrico si porta avanti anche studiando fenomeni simili, come le infestazioni di coleotteri in Scandinavia nel 2008 o in Germania, Francia e Svizzera nel 2010. Però, come sottolinea Jacopo Giacomoni di Etifor, "Non esiste un'unica soluzione applicabile a tutti i contesti, ma diversi interventi declinabili a seconda delle caratteristiche del territorio e del livello di gravità dell'epidemia".

"La forma di lotta più efficace contro il bostrico - sottolinea Giacomoni - è la rimozione del materiale schiantato e di quello infestato in tempo utile, bloccando così le larve in fase di sviluppo, ma purtroppo non è sempre possibile percorrere questa strada".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I segni del bostrico: già danneggiati 7mila ettari di foresta

TrentoToday è in caricamento