Ritiri 2014: il Trentino Alto Adige si conferma meta più gettonata

Per il terzo anno consecutivo il Trentino Alto Adige è la regione prescelta dai club calcistici per il ritiro estivo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Per il terzo anno consecutivo il Trentino Alto Adige si conferma la meta più gettonata dalle società sportive di Serie A per svolgere la preparazione estiva in vista del prossimo campionato.

L'exploit si registra in Provincia di Trento (Tn) con quattro località ad ospitare club della massima serie: il Palermo a Storo (al 28 luglio al 14 agosto), il Napoli a Dimaro (dal 17 al 29 luglio), la Fiorentina a Moena (dal 9 al 20 luglio), l'Inter a Pinzolo (dal 9 luglio). Tre invece le società presenti in provincia di Bolzano (Bz): il Verona a Racines (dal 19 luglio al 3 agosto), il Sassuolo a Malles (dal 13 luglio), il Torino a Riscone (dal 17 al 30 luglio).

Il 35% delle società di Serie A (7 su 20) sceglie il Trentino Alto Adige. A seguire la Lombardia con il 30%: il Palermo (dal 12 luglio a Coccaglio, Bs), l'Atalanta (dal 14 luglio a Zingonia -Bg- e dal 22 luglio ritiro a Rovetta, Bg), il Sassuolo (12 luglio Mapei Day a Bormio, So), il Torino (dal 6 luglio al 16 luglio a Bormio, So), il Milan (dal 9 luglio a Milanello), l'Inter (dal 4 luglio ad Appiano Gentile).

La meta straniera maggiormente scelta tra i club della massima serie è l'Austria: la Roma dal 9 luglio al 15 agosto a Bad Walderdorf, il Palermo dal 15 al 25 luglio a Bad Kleinkircheim, il Genoa dal 14 al 26 luglio a Neustift. Seguono gli Usa: la Roma dal 21 luglio al 6 agosto ed il Milan dal 24 luglio (tournèe).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento