Sport

Marche, rigo ritorna in testa al tricolore terra

Punti pesanti quelli raccolti dal pilota di Borgo Valsugana nella penultima del Cirt, pronto a giocarsi un'intera stagione nell'inedito round di Monza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Missione compiuta per Riccardo Rigo che, dopo il recente Rally delle Marche, è tornato in vetta alle 4WD nel Campionato Italiano Rally Terra. Una classifica particolarmente corta alzava l'asticella della sfida nel penultimo round del tricolore ed un primo colpo di scena avveniva già al via, data l'assenza di Negri. Dovendosi scontrare con un giovane talentuoso come Travaglia il pilota di Borgo Valsugana, alla guida della Citroen DS3 N5 curata da Power Brothers e condivisa con Daiana Darderi, si metteva in scia al più quotato rivale, riuscendo a contenere i distacchi sulle prime due prove. Oggettivamente irraggiungibile l'unico avversario in classe per il portacolori della Scuderia Malatesta l'obiettivo diventava quello di evitare ogni possibile errore che fosse in grado di compromettere una seconda piazza preziosa ai fini del campionato, riuscendo a migliorarsi ulteriormente in un'ultima fase che lo vedeva risalire fino alla sedicesima posizione assoluta. A chiudere il bottino la quattordicesima piazza in gruppo RC2N e la seconda in N5. “Le prove erano molto belle” – racconta Rigo – “e si passava da speciali velocissime ad altre molto guidate. Il fondo era misto, tra lo scivoloso e l'asciutto compatto. Diciamo che c'era di tutto e la nostra DS3 ha funzionato alla perfezione. Eravamo consapevoli di non poter tenere il ritmo di Aronne quindi ci siamo dati come obiettivo quello di portare a casa la seconda piazza perchè ci avrebbe permesso di tornare in testa al Campionato Italiano Rally Terra. Siamo soddisfatti del nostro risultato e di una vettura che non ci ha dato il minimo problema. So anche dove devo lavorare per migliorare i miei tempi. Grazie a tutto il team Power Brothers, a Renato Travaglia ed a sua moglie Manuela. Grazie a Daiana ed a tutti i partners che ci sostengono.”

Con la seconda piazza conquistata al Marche Rigo torna in testa alla classifica provvisoria del CIRT, nella coppa riservata alle 4WD, con un margine di mezzo punto su Negri e con sole sei lunghezze sul giovane Travaglia, confermando tre vetture N5 in lotta per il titolo 2023. All'appello manca soltanto un appuntamento, l'inedito Rally di Monza in programma per i giorni 1 e 2 Dicembre, che potrà ancora rimescolare le carte con il suo coefficiente maggiorato. “È stata una stagione particolarmente intensa” – aggiunge Rigo – “e si chiuderà con una sfida a tre al prossimo Rally di Monza. Abbiamo un vantaggio di mezzo punto su Negri e di sei su Travaglia quindi possiamo dire che nell'ultima di campionato non ci sarà possibilità di fare calcoli. Se arrivassimo secondi, dietro ad Aronne, potremmo portare a casa il titolo tricolore tra le 4WD mentre lo stesso ragionamento non sarebbe valido in caso di successo di Negri. Cercheremo di prepararci al meglio per questo appuntamento, decisivo per la nostra stagione. La soddisfazione più bella è vedere tre N5 che si giocheranno il tutto per tutto a Monza, dove tra l'altro incontreremo i migliori del Trofeo N5 Asfalto e del Trofeo N5 Terra con questi che potrebbero essere mine vaganti nella lotta per il titolo, potendo marcare punti nel CIRT. Sarà una sfida molto emozionante e stimolante. Non vediamo l'ora che arrivi Dicembre.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marche, rigo ritorna in testa al tricolore terra
TrentoToday è in caricamento