Dellai: "E' una sconfitta, Trentino omologato ad un'Italia in declino"

Il padre del centrosinistra autonomista, sbaragliato dalla Lega in Valsugana, ammette la sconfitta

I candidati del centrosinistra alla Cammera ed al Senato, a destra in grigio Lorenzo Dellai

Il Trentino, tradizionalmente immune alla destra, questa volta ha ceduto. E' costretto ad ammetterlo Lorenzo Dellai, sbaragliato nel collegio della Valsugana da Maurizio Fugatti, che ha ottenuto il 46% nonostante la candidatura della "star" Riccardo Fraccaro, indicato da Di maio come  possibile ministro di un governo Cinque Stelle.

Elezioni in Trentino: boom della Lega, ecco i risultati: clicca qui...

"L'anomalia trentina questa volta ha ceduto in modo totale ed inspigabile - ha dichiarato Dellai, padre del centrosinistra trentino post-DC, all'Ansa - una larga maggioranza degli elettori si è affidata a forze nazionali radicalmente alternative, sia per valori che per concezione dell'Autonomia".

Mellarini battuto da Conzatti: "E' uno Tsunami", clicca qui...

"Sorgono preoccupazioni pesanti e inquietanti per il futuro del nostro Paese, ma non meno insidiosi sono i dubbi per quello che potrà accadere da noi, con un Trentino sempre più politicamente lontano da Bolzano e sempre più omologato a un'Italia in declino" conclude l'ex deputato, dichiarando la sconfitta del centrosinistra autonomista. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento