rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
TrentoToday

Ottimo test per Pellè al sette tornanti

Su una mini versione della Trento - Bondone il pilota di casa ha ottenuto buoni riscontri dagli ultimi sviluppi della Suzuki Swift Sport Hybrid, rilanciando la sfida dal 1000 Miglia.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Il tracciato della Cronoscalata Trento - Bondone si è confermato, ancora una volta, banco di prova ideale per testare le nuove evoluzioni apportate alla Suzuki Swift Sport Hybrid e così Roberto Pellè, dopo aver partecipato ad inizio Luglio all'appuntamento valido per il Campionato Italiano Velocità Montagna, si è visto al via, in extremis, della nona edizione dello Slalom Sette Tornanti, disputato Domenica su parte del medesimo tracciato. Un'iscrizione last minute votata unicamente ad ottenere riscontri sul nuovo pacchetto tecnico preparato da A. Bi. Car Racing, in un contesto più vicino a quello prettamente agonistico. “Abbiamo svolto una lunga sessione di test a Castelletto di Branduzzo - racconta Pellè - ed abbiamo percorso quasi una settantina di chilometri per testare una nuova evoluzione che era stata elaborata da A. Bi. Car Racing e da Capraro. Provarla in pista è una cosa diversa dalla montagna, dove solitamente corriamo, quindi avevamo bisogno di affrontare curve e ripartenze in salita per capire la bontà delle scelte tecniche che avevamo fatto. Abbiamo approfittato quindi della comodità di avere una gara vicino a casa e ci siamo iscritti, praticamente al volo.” Pur con la consapevolezza di scontrarsi contro specialisti delle birillate, dotati di mezzi appositamente preparati per questa tipologia di competizione, il portacolori di Destra 4 Squadra Corse riusciva a concludere le tre manche di gara con un buon ventisettesimo posto assoluto, secondo nella generale del gruppo RS Plus, per poco meno di sette punti, e vincitore solitario della classe RSTB 1.4 Plus, in una tipologia di evento ben diversa rispetto a quella del rally. “Non abbiamo nemmeno considerato la classifica” – sottolinea Pellè – “perchè chi corre qui ha vetture preparate per gli slalom. Sono dotati di gomme, di assetti e di cambi studiati appositamente per questa tipologia di competizione mentre noi, non essendo qui per puntare al singolo risultato, ci siamo presentati con la nostra vettura in conformazione rally. Lo slalom, inoltre, è ben diverso dal rally per concezione quindi è scontato dire che il nostro obiettivo era avere riscontri sul lavoro svolto e nient'altro. I risultati che abbiamo ottenuto sono stati ottimi.” L'appuntamento valido per il Trofeo Veneto Trentino + consegna di ritorno un Pellè carico per affrontare un prossimo Rally 1000 Miglia, in programma ad inizio Settembre, che si rivelerà cruciale per il destino della Suzuki Rally Cup e del Campionato Italiano R1. La terzultima tappa del Campionato Italiano Rally vedrà il trentino presentarsi ai nastri di partenza dal quarto posto del monomarca della casa nipponica, dal terzo nella seconda divisione del tricolore nonché dall'ottavo nella generale della serie griffata ACI Sport. “Dalla prossima settimana” – conclude Pellè – “inizierà la fase finale della nostra stagione e, grazie a questi due test trentini, siamo curiosi di tornare a confrontarci con i nostri avversari.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottimo test per Pellè al sette tornanti

TrentoToday è in caricamento