Telefono alla guida: in caso d'incidente scatta il sequestro del cellulare

Le Procure di Trento e Bolzano hanno emanato una direttiva in vista dell'intensificarsi del traffico durante l'estate: la Polizia avrà sempre il compito di verificare se l'incidente è stato causato dalla pericolosa, e diffusa, abitudine

In caso di incidente causato dall’uso del cellulare è previsto il sequestro. É quanto dispone la direttiva delle Procure della Repubblica di Trento, Bolzano e Rovereto adottata in previsione dell’intensificarsi del traffico sulla rete viaria regionale durante il periodo estivo.

In caso di incidente mortale o con feriti la polizia, secondo la direttiva, dovrà verificare sempre se al momento del sinistro il conducente utilizzava il cellulare e, se necessario, dovrà procedere al sequestro. "L’iniziativa - spiega una nota della Procura - è stata sollecitata dal Procuratore Generale, Giovanni Ilarda, che ha evidenziato come secondo le più recenti rilevazioni del Ministero dell’Interno l’uso inadeguato del cellulare e l’alta velocità rappresentano le cause principali degli incidenti più gravi e che, purtroppo, dopo un lungo trend positivo, nell’ultimo semestre dell’anno 2018 si è registrata una preoccupante inversione di tendenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento