Festival Meteorologia: il “Premio Borghi” ad un laureato di Trento

Assegnata la prima edizione del riconoscimento agli studenti che in occasione di Festivalmeteorologia a Rovereto hanno esposto i poster delle proprie tesi a tema meteorologico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo ricorda il suo fondatore Sergio Borghi e premia i neolaureati

Antonina Cestaro dell’Università del Piemonte Orientale per la tesi “Analisi e confronto dei dati meteorologici di due centraline urbane”; Lorenzo Cima dell’Università degli Studi di Torino per l’elaborato “Importance of secondary ice generation in Hallett-Mossop process for snow precipitation”; Ilaria Gandolfi, Università degli Studi dell’Aquila, per il lavoro “Caratterizzazione dello strato limite atmosferico mediante radiosondaggi dal sito di Casale Calore, L’Aquila”; Mattia Marchio (Università degli Studi di Trento) che ha sviluppato la tesi “History and analysis of the precipitation series of Trento (1919-1993)”; Mirco Vinante dell’Università degli Studi di Trento per la tesi “Climatological Analysis of temperature data series in Trento”. Sono i neolaureati che in occasione della terza edizione del Festivalmeteorologia hanno ricevuto la prima edizione del “Premio Borghi”, istituito dalla Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo con l’obiettivo di premiare studi e iniziative meritevoli che mostrino un forte legame con il mondo meteorologico, in linea con la propria mission: promuovere e sviluppare programmi di studio e ricerca nel campo della meteorologia e della climatologia applicate. Nato per rendere omaggio alla memoria del prof. Sergio Borghi, fondatore e presidente onorario della Fondazione scomparso prematuramente nel novembre del 2016, per questa prima edizione il riconoscimento è stato assegnato agli studenti che hanno esposto, in occasione della Sessione Formazione del festival che si è tenuta presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell'Università di Trento a Rovereto, i poster con i contenuti della propria tesi di laurea o laurea magistrale su un argomento connesso alla meteorologia. Ad assegnare il premio il Generale Giuseppe Frustaci, Direttore scientifico della Fondazione OMD. “Nell’arco della sua lunga e significativa carriera il prof. Borghi ha dato un grande contributo alla diffusione delle scienze meteorologiche, sempre con entusiasmo e passione. Per questo vogliamo ricordare il suo insegnamento con questo premio, sperando che possa essere un incoraggiamento per tutti coloro che vogliono dedicarsi allo studio della meteorologia”. Manifestazione organizzata da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto, per tre giorni il Festivalmetereologia ha riunito le diverse realtà della meteorologia italiana - operatori istituzionali e privati, professionisti e aziende del settore, ricercatori, appassionati, scuole e grande pubblico - intorno al tema del rapporto tra scienza e tecnologia in meteorologia. Fondazione OMD - Osservatorio Meteorologico Milano Duomo Costituita nel 2015, la Fondazione promuove e sviluppa programmi di studio e ricerca nel campo della meteorologia e della climatologia applicate, con particolare riferimento all’ambiente urbano e a tutte le attività che in esso si svolgono: dalla pianificazione urbana alla salute pubblica, dall’energia al settore delle costruzioni, dalla progettazione alla logistica e tutto ciò che riguarda la sostenibilità di attività e sistemi antropici. Svolge inoltre attività didattiche, di sensibilizzazione e divulgazione delle tematiche e dei risultati delle ricerche supportate, con l’obiettivo di valorizzare e rendere disponibile tale patrimonio, a partire da quello della propria biblioteca, che consta di oltre 3.000 titoli tra libri, riviste e pubblicazioni. Possiede inoltre una rete nazionale di stazioni meteorologiche urbane di qualità certificata. Dati, rilevazioni e osservazioni ricavati grazie alla rete vengono utilizzati per realizzare e promuovere studi di climatologia e meteorologia in collaborazione con organismi istituzionali e realtà accademiche di rilevanza nazionale ed internazionale.

Torna su
TrentoToday è in caricamento