menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A scuola a piedi: insieme è più sicuro, con il "Piedibus"

Non è l'autobus dei Flintstones e nemmeno una formula magica in latino per svegliarsi la mattina bensì un modo di andare a scuola sano, ecologico, divertente e soprattutto sicuro: l'unione fa la forza, e tanti piedi possono fare...un Piedibus

Andare a scuola a piedi è sicuramente più ecologico rispetto a farsi accompagnare dai genitori con l'auto, ma può anche essere pericoloso: ecco che, come si dice, l'unione fa la forza e tanti piedi insieme possono diventare un "Piedibus". Si chiama proprio così il progetto sperimentato ormai da anni dal Comune di Trento, nato dall'iniziativa di alcuni genitori che volontariamente si offrono per accompagnare non solo i propri figli ma tutti gli alunni da casa verso l scuola.

I punti di ritrovo sono disseminati lungo il percorso secondo una logica di prossimità: ad ogni "fermata" il gruppo diventa sempre più numeroso fino a formare il Piedibus. A Meano l'iniziativa si svolge ogni martedì, mercoledì e giovedì, su tre percorsi diversi verso la scuola primaria De Carli. A Cognola, da lunedì 13 ottobre tutte le mattine di scuola, si parte dal Centro Civico e da via alla Veduta alle 7.40 verso la scuola primaria Bernardi. Al progetto partecipano, per quest'anno scolastico, 16 genitori-accompagnatori.

"Il Piedibus è un modo diverso per rendere i bambini più consapevoli e autonomi all'interno del proprio sobborgo, ma anche più sensibili alle tematiche ambientali - spiega una nota del Comune - L'impegno degli adulti volontari e dei più piccoli è utile all'intero quartiere che vede ridurre l’utilizzo di veicoli privati nei percorsi casa-scuola con conseguente vantaggio per tutta la comunità in termini di traffico e di inquinamento atmosferico". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento