Arte Sella distrutta dal maltempo, ma la cattedrale vegetale è intatta

I temporali di fine ottobre hanno devastato le opere d'arte realizzate nel corso degli anni, aperta una sottoscrizione per finanziare la ricostruzione

Una delle installazioni di Artesella distrutta dalle violente piogge di fine ottobre

La cattedrale vegetale, simbolo di Arte Sella, è ancora in piedi, insieme ad una quercia di 700 anni, ma i danni nel "museo artistico all'aperto" della Valsugana sono ingenti. L'ondata di maltempo ha fatto crollare molte delle installazioni che artisti da tutto il mondo hanno realizzato nella foresta nel corso degli anni. Opere d'arte fatte con materiali naturali, per confondersi con il paesaggio, e, come il resto del paesaggio, gravemente danneggiate dai temporali. 

I danni materiali ammontano a circa 350 mila euro, anche se è difficile stimare il valore reale delle opere d’arte distrutte. “Arte Sella – ha detto il presidente Bianchi – nasce proprio dalla convinzione che bisogna accettare la natura per quello che è, infatti le opere d’arte qui sono inserite in un percorso naturale. Quanto successo, però, impone un ripensamento di tutto il progetto”. Si sta lavorando – ha evidenziato il direttore Montibeller – per riaprire al più presto Malga Costa, tenendo conto che il giardino di Villa Strobele, da dove partiva il percorso natura, non esiste più”. Chi volesse sostenere l’Associazione Arte Sella può farlo attraverso la raccolta fondi lanciata sul sito www.artesella.it

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento