Almalaurea: il 74% dei laureati a Trento trova lavoro in un anno

Diffusi oggi i dati Almalaurea sui laurreati italiani, compresi quelli di Trento. Nella categoria "occupati" rientranoperò, come vuole l'Istat, anche i casi di formazione retribuita, stage, e tirocini

Il tasso di occupazione dei laureati in Trentino ad un anno dal titolo (si considerano occupati, seguendo la definizione adottata dall’Istat, anche quanti sono in formazione retribuita) è del 74%, mentre quello di disoccupazione (calcolato sulle forze di lavoro, cioè su coloro che sono già inseriti o intenzionati a inserirsi nel mercato del lavoro) è pari al 14%. Il 30% degli occupati può contare su un lavoro alle dipendenze a tempo indeterminato (compreso quello a tutele crescenti), mentre il 12% svolge un’attività autonoma effettiva (liberi professionisti, lavoratori in proprio, imprenditori, ecc.). La retribuzione è in media di 1.194 euro mensili netti. Lo rivelano i dati pubblicato dal consorzio interuniversitario Almalaurea.

L’Indagine sulla Condizione occupazionale ha riguardato complessivamente 6.071 laureati dell'Università di Trento. I dati si concentrano sull’analisi delle performance dei laureati triennali e magistrali biennali usciti nel 2015 e contattati a un anno dal titolo e su quelle dei laureati magistrali biennali usciti nel 2011 e coinvolti dopo cinque anni. L’Indagine ha coinvolto 1.933 laureati triennali del 2015 contattati a un anno dal titolo (nel 2016).

I laureati magistrali biennali del 2015 contattati dopo un anno dal titolo sono 1.215, quelli del 2011 coinvolti a cinque anni sono invece 912. Ad un anno dalla laurea, l’81% dei laureati magistrali biennali del 2015 è occupato, mentre il tasso di disoccupazione è pari all’11%. 31 occupati su cento possono contare su un contratto a tempo indeterminato, mentre il 7% svolge un’attività autonoma. La retribuzione è di 1.219 euro mensili netti; il 46% ritiene la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro che sta svolgendo.

A cinque anni dalla laurea il 91% dei laureati magistrali biennali del 2011 è occupato. Il tasso di disoccupazione è pari al 4%. Gli occupati assunti con contratto a tempo indeterminato sono il 55%, mentre svolge un lavoro autonomo il 17%. Le retribuzioni arrivano a 1.489 euro mensili netti; 53 laureati su cento ritengono la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro che stanno svolgendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma dove vanno a lavorare? Il 71% dei laureati è inserito nel settore privato, il 20% nel pubblico. La restante quota lavora nel non-profit (9%). L’ambito dei servizi assorbe il 79%, mentre l’industria accoglie il 19% degli occupati. Marginale la quota di chi lavora nel settore dell’agricoltura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Terribile schianto sulla tangenziale di Lavis: due feriti gravi

Torna su
TrentoToday è in caricamento