menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia locale Trento

Polizia locale Trento

Piazza Erbe, chiedono donazioni per centro disabili ma è tutta una truffa: smascherati

"Attenzione a raccolte fondi sospette e non autorizzate", mette in guardia la polizia locale

In piazza Erbe fermavano i passanti con insistenza chiedendo donazioni per un centro disabili e non udenti. Peccato che fosse tutta una truffa. A sventarla la polizia locale, allertata da alcuni cittadini che avevano segnalato la presenza di due individui di una finta onlus. 

"Attenzione a raccolte fondi sospette e non autorizzate", avvertono gli agenti della locale, che nei giorni scorsi in piazza Erbe hanno fermato per tentata truffa un ventenne romeno, colto in flagrante mentre stava per ricevere del denaro da un passante che si era fatto convincere a fare una donazione in favore di una fantomatica associazione di non udenti e disabili.

Quando la polizia locale ha chiesto al ventenne di esibire la documentazione utilizzata, il giovane ha mostrato un foglio con un logo stilizzato di un uomo disabile, l'etichetta del marchio Tourisme & handicap, risultato poi essere un marchio di qualità di strutture turistiche per persone affette da disabilità, e le seguenti scritte in italiano e in tedesco: 'Certificato regionale per persone non udenti e fisicamente disabili' e 'desideriamo aprire un centro internazionale per bambini poveri grazie'. Subito sotto, poi, una tabella elenco con firma, numero postale, città e donazione, con elencate tre donazioni di 30, 50 e 20 euro.

Il romeno, incalzato dalle domande dell'agente, ha poi ammesso di svolgere quell'attività di propria iniziativa e non per la finalità descritta nel foglio esibito ai passanti. Per questo è stato denunciato a piede libero per tentata truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le regole per gli spostamenti in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento