rotate-mobile
Attività di polizia

Cocaina in una fioriera, sequestri ed espulsioni: giornate intense a Trento

Negli ultimi due mesi, la Questura di Trento ha emesso 24 provvedimenti di espulsione, 2 di partenza volontaria, 19 ordini di lasciare il territorio nazionale e 5 accompagnamenti al Cpr per la successiva espulsione verso i Paesi di origine

Continuano i controlli a tappeto voluti dalla Questura di Trento e guidati dal questore Maurizio Improta su tutto il territorio trentino. Ci sono stati ancora sequestri di droga e soldi, oltre alle espulsioni di persone irregolari sul territorio, tra giovedì 22 e venerdì 23 settembre. Senza considerare il ritrovamento “lampo” di un cellulare rubato da un uomo dal sedile di un furgone e rintracciato grazie alla geolocalizzazione del dispositivo.

Cocaina nella fioriera

Nella mattinata di giovedì 22 settembre, il personale della Squadra Mobile di Trento, affiancato da un’unità cinofila della Questura di Padova, ha provveduto a un accurato controllo, finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, nella zona del centro.

In una fioriera che si trova in un parco giochi, è stato rinvenuto un involucro in nylon di colore giallo, contenente svariati grammi di una sostanza solida di colore bianco, classificata come cocaina e sottoposta ai relativi accertamenti di laboratorio.

Denunce e sequestri

Nel pomeriggio sono stati denunciati, in stato di libertà, tre cittadini tunisini, tra i 39 e i 25 anni, trovati in possesso di varie dosi di cocaina e di 510 euro in contanti, che potrebbero essere collegati ad attività illecite.

Successivamente è stata effettuata una perquisizione all’interno dell’appartamento dove vivono gli indagati, nel quartiere “Clarina”. Qui gli inquirenti hanno trovato un altro involucro di sostanza stupefacente dalle caratteristiche della cocaina contenente decine di dosi già confezionate e altri contanti, 1990 euro divisi in mazzette. 

Spacciatore irregolare sul territorio

Il giorno dopo, venerdì pomeriggio, nella zona di Santa Maria Maggiore, gli agenti della Squadra Mobile, insieme a un’unità cinofila della Questura di Padova, hanno sottoposto a un controllo un cittadino tunisino, trovato in possesso svariati grammi di hashish. Dopo essere stato denunciato, è stato portato, vista l’irregolarità sul territorio nazionale, all’Ufficio Immigrazione della Questura per le previste pratiche relative all’espulsione.

Negli ultimi due mesi, la Questura di Trento, nel corso di numerosi e mirati servizi, ha potuto emettere 24 provvedimenti di espulsione, 2 provvedimenti di partenza volontaria, 19 ordini di lasciare il territorio nazionale e 5 accompagnamenti al Cpr per la successiva espulsione verso i Paesi di origine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina in una fioriera, sequestri ed espulsioni: giornate intense a Trento

TrentoToday è in caricamento