Cronaca

Camionista ubriaco provoca un incidente: aveva un tasso alcolemico di quasi 6 volte oltre il limite

Allertati dai cittadini preoccupati dalla pericolosa situazione in evoluzione, gli agenti della Polizia Locale delle Giudicarie di Tione sono entrati immediatamente in azione e hanno fermato il 40enne

Un posto di controllo della polizia Locale delle Giudicarie di Tione

Bloccato e denunciato un camionista ubriaco nella mattinata di venerdì 14 maggio, a Tione. A fermarlo sono stati gli agenti della Polizia Locale delle Giudicarie di Tione che, accolte le segnalazioni di alcuni cittadini allarmati che hanno raccontato in maniera dettagliata la situazione pericolosa, sono entrati immediatamente in azione.

L’uomo alla guida dell’autocarro, scendendo dalla Val Rendena verso il capoluogo, ha anche urtato, almeno in 2 occasioni, ciò che si trovava a bordo strada. Solo il tempestivo intervento di una pattuglia alle porte di Tione ha potuto evitare il peggio, fermandolo.

Il conducente, un 40enne residente in Trentino, è apparso subito agli agenti visibilmente ubriaco: il test, che per un camionista deve risultare a zero per quantità di alcol nel sangue ha, invece, rilevato un tasso alcolemico di quasi 6 volte oltre il consentito per gli automobilisti.

Alla fine del controllo e dell’identificazione, l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza con l'aggravante di aver provocato, colpendo le suppellettili stradali, un incidente. Inoltre, gli è stata ritirata la patente di guida in vista della revoca che sarà disposta dal Commissariato del Governo.

Nello scorso fine settimana invece sempre una pattuglia del Polizia Locale delle Giudicarie ha controllato un 45enne che, sottoposto ad esami al fine di verificare l’assunzione di stupefacenti, è risultato sotto l’effetto di cocaina, anche per lui è scattata la denuncia e la conseguente sospensione della patente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camionista ubriaco provoca un incidente: aveva un tasso alcolemico di quasi 6 volte oltre il limite

TrentoToday è in caricamento