menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La SAT ripristina i sentieri dei Monti Sibillini danneggiati dal terremoto

Delegazione sentieristica di 14 volontari per due settimane nel Parco dei Monti Sibillini a ripristinare in sentieri danneggiati dal sisma del 2016

Sono 14 i volontari della SAT che in questi giorni sui monti Sibillini stanno ripristinando, insieme al CAI Toscana, i sentieri che il terremoto nelle Marche del 24 agosto e del 26 e 30 ottobre 2016, aveva messo in serie difficoltà, sia per quanto concerne la segnaletica che la manutenzione del fondo. Una rete sentieristica molto importante per l’escursionismo all’interno del Parco dei Monti Sibillini.

In dettaglio l'intervento riguarda i sentieri E2 (Lago di Fiastra-Cimitero di Monastero), E3 (Bolognola-Fonte dell'Aquila), E5 (Bolognola -Sella di Pizzo Acuto), E6 (Campolungo-Pizzo Tre Vescovi) ed E7 (Visso-Santuario di Macereto), rimasti aperti anche dopo il terremoto ma che necessitano di cospicui interventi di ripristino.

La delegazione esperta in sentieristica dei volontari satini è partita il 16 ottobre e rientrerà sabato 21, come base logistica delle operazioni verrà utilizzata la bella struttura del rifugio di Tribbio a 750 metri sul livello del mare, tappa del Grande Anello dei Sibillini, che si trova a margine del paese di Fiastra, nel settore nord del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Le spese saranno interamente sostenute dalla SAT attraverso un contributo da parte della sezione di Trento, mentre per la rimanenza si è attinto dal Fondo solidarietà della società alpinistica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento