Tassullo: i lavoratori temono la svendita dell'azienda

Oggi l'asta fallimentare che parte da una base di 7 milioni e 192 mila euro con rialzi minimi di 100 mila euro. Il timore, più che circostanziato, è che la vendita vada deserta in attesa di una gara al ribasso o, come da sempre temono i lavoratori, di una vendita frammentata

E' in programma per oggi al mezzogiorno la prima vendita pubblica in lotto unico del cementificio noneso Tassullo Spa.

L'asta parte da una base di 7 milioni e 192 mila euro con rialzi minimi di 100 mila euro.

Il timore, più che circostanziato, è che la vendita vada deserta: in attesa di una gara al ribasso o, come da sempre temono i lavoratori, di una vendita frammentata anzichè in blocco.

L'auspicio di lavoratori e sindacati è che si faccia avanti una cordata locale con un'offerta che possa salvare la produzione, gli 80 dipendenti e le centinaia di soci.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

Torna su
TrentoToday è in caricamento