"Tra il manganello e la più pericolosa pistola" la Lega chiede il taser per la Polizia Municipale

Proposta inserita negli ordini del giorno della manovra di bilancio. La Lega, che in passato si era spesa per le pistole ai vigili urbani, ora chiede il taser

Taser, foto: wikipedia

"Riteniamo fondamentale non solo garantire la sicurezza degli agenti in servizio, ma trovare una soluzione moderna ed efficiente tra il manganello e la ben più pericolosa pistola". Tra il manganello e la pistola c'è il taser, acronimo di Thomas A. Swift's Electronic Rifle, ovvero lla "pistola elettrica"  in grado di immobilizzare, tramite scariche elettriche, un soggetto pericoloso. Lo chiede la Lega in Consiglio communale a Trento. 

L'adozione del taser da parte della  Polizia Locale è all'ordine del giorno tra le azioni proposte dal Carroccio all'interno della  manovra di bilancio comunale. "Tra gli ordini del giorno si vuole porre decisa enfasi su quelle che propone l’introduzione del “taser” anche per la Polizia Municipale di Trento" si legge nella nota.

Una dotazione ritenuta fondamentale "nel momento in cui il Comune decide finalmente di investire in un presidio fisico in Piazza Dante, mentre da anni si era chiesto di lasciare più spazio nella struttura esistente della palazzina APT". In passato la Lega si era spesa per la riforma del regolamento che ha permesso agli aggenti della Polizia Locale che possiedono il porto d'armi di avere la pistola anhe durante il turno di giorno. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento