menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Supermercati di nuovo aperti nel weekend, chiusi alla domenica i negozi dei centri commerciali

L'ordinanza di Fugatti si adegua al Dpcm, sul piede di guerra sindacati: "Bastava mantenere l'ordinanza, siamo preoccupati"

Negozi e supermercati aperti sabato 7 e domenica 8 novembre, a meno che non si trovino nei centri commerciali. Paradossalmente in Trentino il nuovo Dpcm, almeno su questo frote, anziché chiudere ha aperto: sì, perchè fino allo scorso weekend valeva l'ordinanza del presidente Maurizio Fugatti che, come già sperimentato nel primo lockdown e po per tutta l'estate, teneva chiusi supermercati e negozi alla domenica.

Trentino zona gialla: ecco cosa cambia

Anche su questo punto la Giunta leghista ha fatto un passo indietro: l'ultima ordinanza di Fugatti recepisce la norma nazionale. "Attività di commercio al dettaglio: è disposta la cessazione dell’efficacia di quanto previsto al punto 17) dell'ordinanza del Presidente della Provincia di data 26 ottobre prot. 659641/1; resta inteso che in materia si applica quanto previsto dall’art. 1, comma 9, lett. ff) del Dpcm del 03 novembre 2020", così recita il testo dell'ordinanza.

Tradotto significa che il sabato e la domenica in Trentino i negozi restano aperti a meno che non si trovino nei centri commerciali. All'interno dei centri commerciali potranno rimarere aperti supermercati, edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie. Questo fino al 3 dicembre oppure in caso di riclassificazione della provincia di Trento da "gialla" a livelli di restrizioni maggiori.

Sul piede di guerra i sndacati, che sulla chiusura festiva e domenicale hanno sempre appoggiato la Giunta leghista, pur se politicamente distante su altre questioni. "Avremmo voluto dal presidente Fugatti un po’ di coerenza per andare incontro alle esigenze dei lavoratori e delle lavoratrici che già dal lunedì al sabato, soprattutto nei supermercati, devono fronteggiare situazioni anche al limite delle norme" si legge in una nota.

"Bastava mantenere quanto previsto dall’ultima ordinanza con la chiusura di tutti i punti vendita la domenica" spiegano i sindacati. Effettivamente una misura più restrittiva, come in questo caso, è sempre permessa dal Dpcm. Allo stesso modo è fondamentale che si facciano rispettare le regole. Riceviamo sempre più frequentemente segnalazioni di scarsa attenzione e leggerezza. Così non va bene anche perché lavoratori e lavoratrici sono stanchi e molto preoccupati” conclude la nota. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento