menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore a 29 anni dopo un intervento chirurgico, il padre chiede un'inchiesta

Sotto shock i familiari: il padre si è rivolto alla Procura di Roma, che probabilmente aprirà un'inchiesta sulla morte della ragazza. Silvia Romagnoli si era già sottoposta ad un intervento similea Brunico anni fa

Lutto a Storo per la scomparsa di Silvia Romagnoli, 29 anni, deceduta in ospedale a Roma dopo un intervento chirurgico. La giovane, affetta da una patologia che richiede cure periodiche, aveva subìto diversi trattamenti a Trento e a Brunico. Aveva infine deciso di rivolgersi ad uno specialista in una clinica privata romana. Un intervento di routine, che però ha avuto conseguenze tragiche.

Dopo l’operazione effettuata giovedì scorso le sue condizioni si sono aggravate a causa di una gravissima infezione che l'ha portata alla morte martedì mattina alle 4. Sotto shock i familiari: il padre di Silvia si è rivolto alla Procura di Roma, che probabilmente aprirà un’inchiesta sulla morte della donna. Silvia Romagnoli era sposata da tre anni e viveva con il marito, Corrado Bianchini, a Condino. Laureata in economia, da alcuni anni lavorava alla cassa rurale di Saone. Aveva preso 15 giorni di ferie per sottoporsi ad un'operazione analoga a quella subita due anni fa a Brunico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento