menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli alla sanità, niente sciopero dei medici. Sindacati incontrano l'assessore

Il regolamento prevede che non possono esserci due astensioni nello stesso settore in meno di 10 giorni. E' stato confermato invece lo sciopero per il 22 dicembre.Si cercherà comunque di trovare una via d'uscita nell'incontro tra assessore e parti sociali

Annullato lo sciopero dei medici trentini che era in programma per mercoledì 10 dicembre contro i tagli decisi dalla Giunta provinciale. I sindacati non avevano calcolato che venerdì prossimo è stato fissato lo sciopero generale da parte di Cgil e Uil. Il regolamento prevede che non possono esserci due astensioni nello stesso settore in meno di 10 giorni. E' stato confermato invece lo sciopero per il 22 dicembre. Questa sera si cercherà comunque di trovare una via d'uscita nell'incontro fissato tra l'assessore provinciale alla salute, Donata Borgonovo Re, e le parti sociali. Sui tagli agli stipendi e il blocco del turn over i medici non mollano. Restano in trincea contro la giunta provinciale, che nella Finanziaria ha previsto il blocco delle sostituzioni (garantite 2 ogni 10 uscite) e un contributo di solidarietà (una media del 40% della retribuzione di risultato) per i prossimi tre anni. Oggi alle 18.30 si presenteranno al nuovo incontro con l’assessora alla salute Donata Borgonovo Re con in mano un’arma pesantissima e mai adottata finora in queste proporzioni: lo sciopero della categoria proclamato per il 22 dicembre e lo sciopero degli straordinari dal 1° gennaio, data a partire dalla quale i medici non derogheranno dalle 38 ore previste dal contratto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento