Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Via Ospedale

Ospedali periferici: a Cavalese deroghe ai turni per gestire gli incidenti sulle piste

Stagione sciistica e turni di riposo negli ospedali rischiano di causare conseguenze devastanti non solo nei reparti maternità: le emergenze ortopediche aumentano nella stagione invernale e l'assessorato mette una prima "pezza" nello strappo causato dalle nuove norme. A Cavalese Pronto Soccorso 8-20 e anche sabato

Chiusura del servizio notturno negli ospedali periferici ed avvio della stagione sciistica rischiano di causare non pochii problemi nella gestione dei tanti infortuni sulle piste finora trattati negli ospedali di valle. Prresso quello di Cavalese si sta  cercando di organizzare i turni in modo da coprire giornalmente la gestione delle emergenze ortopediche fino alle 20 e per tutta la giornata del sabato (le nuove norme prevedono la  chiusura alle 18 e nei weekend).

E' una prima "pezza" allo strappo causato dall'entrata in vigore delle nuove norme che ha sollevato una bufera sul  mondo della sanità trentina. La novità è stata comunicata oggi dall'assessore Luca Zeni  nel question time del consiglio provinciale. Altre grandi novità non se ne vedono: il riordino è  in corso, spiega l'assessore, la  disposizione ha fatto mancare di colpo 40 turni, la Giunta ha autorizzato pochi  giorni fa nuove assunzioni di medici e per quanto riguarda i punti nascita si è in attesa di un chiarimento del Ministero che con il decreto dell'11 novembre scorso avrebbe "salvato" alcuni  punti  nanscita con numeri inferiori ai 500 parti all'anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedali periferici: a Cavalese deroghe ai turni per gestire gli incidenti sulle piste

TrentoToday è in caricamento