Monte San Martino: nuovo percorso di visita nel sito archeologico

Ultimati i lavori di restauro e valorizzazione eseguiti in estate: un nuovo percorso guida i visitatori alla scoperta di un sito archeologico molto importante ma, finora, un po'sconosciuto

E' stata presentata nei giorni scorsi l'opera di restauro eseguita durante l'estate nell'area archeologica di Monte San Martino, a cavallo tra i territoori comunali di Riva del Garda e Tenno. Si tratta di un sito molto importante che ha restituito, nel corso di scavi durati anni, testimonianze dell'età del ferro, attribuibili ad un luogo di culto, funzione mantenuta fino all'età romana

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sito importante ma sconosciuto: i recenti lavori di restauro sono stati eseguiti pensando ad una valorizzazione del sito evitando così che rimanga un luogo per addetti ai lavori. A questo scopo, grazie a progetti del Sostegno occupazionale e valorizzazione ambientale, è stato creato un percorso di visita più facilmente  percorribile e più sicuro, con nuovi pannelli informativi in italiano ed in inglese. I reperti più significativi rinvenuti durante gli scavi sono esposti nel vicino MAG, museo di Riva del Garda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento