menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppo freddo: ecco l'ordinanza che dà il via libera al riscaldamento 24 ore su 24

Deroghe alla fascia oraria delle 14 ore visto il perdurare di una situazione meteorologica che ha portato anche in città temperature molto al di sotto dello zero

Riscaldamenti accesi 24 ore al giorno a Trento. E' quanto prevede un'ordinanza del sindaco Franco Ianeselli firmata martedì 13 gennaio visto il perdurare di condizioni meteorologiche che hanno fatto registrare temperature record nei fondovalle: il termometro è sceso sotto i -10° in città ed anche durante il giorno la temperatura difficilmente supera lo zero. Una situazione che, stando alle previsioni, non dovrebbe cambiare in breve tempo.

L'ordinanza consente di derogare alla fascia giornaliera di attivazione degli impianti di riscaldamenti negli edifici residenziali, permettendone l’accensione fino a 24 ore giornaliere fino al 28 febbraio. La normale normativa prevede che nella zona cosiddetta “E” della città, sotto i 430 metri sul livello del mare, si possa riscaldare per massimo 14 ore al giorno, dal 15 ottobre fino al 15 aprile. Ma a queste regole si può derogare per “comprovate esigenze”.

In molti edifici, segnala il Comune, in questi giorni si fatica a raggiungere la temperatura massima di 20° prevista per legge. "Si riscontrano - si legge nella nota - difficoltà per le persone anziane e i soggetti deboli, in quanto l'accensione degli impianti è limitata ad una fascia oraria, la quale risulta in molti casi insufficiente a garantire un idoneo riscaldamento degli alloggi". Via libera, dunque, al riscaldamento 24 ore su 24. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento