menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con arma bianca alla Rurale di Lizzana, il ladro fugge col bottino

Il ladro è entrato in banca con cappello ed occhiali da sole, ha estratto un coltello con il quale ha minacciato la direttrice facendosi consegnare i soldi. E' fuggito senza lasciare traccia, i carabinieri hanno predisposto posti di blocco in zona

E' entrato nella Cassa Rurale a Lizzana con cappello ed occhiali scuri e puntando il coltello contro la direttrice si è fatto consegnare il denaro per poi fuggire senza lasciare traccia. E' quanto accaduto questa mattina, verso le 10.30, nel sobborgo roveretano sotto gli occchi increduli di alcuni clienti e del personale della filiale. Immediato l'intervento dei carabinieri, arrivati però troppo tardi per fermare il bandito. Secondo quanto riferito dagli impiegati della banca l'uomo sarebbe fuggito con un migliaio di euro. I militari sono impegnati nelle ricerche del rapinatore, con posti di blocco nella zona.

Secondo l'identikit fornito dai testimoni si tratterebbe di un uomo non giovanissimo, nessuna inflessione straniera o dialettale nella voce. Probabilmente agitato visto ciò che stava facendo ha preferito fuggire in pochi minuti con un bottino relativammente "magro", trattandosi di  una banca, piuttosto che puntare ad aprire più casse, impegando più tempo  ed aumentando il  rischio di essere preso. I due cassieri ed i clienti  presenti lo hanno visto allontanarsi a piedi nelle  vie limitrofe, prima dell'arrivo delle gazzelle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento