Piazza Dante, la protesta arriva in aula: "Ridateci il malloppo"

Sono saliti all'interno del palazzo della Regione interrompendo di fatto i lavori del consiglio, i circa quaranta manifestanti che hanno aderito alla protesta lanciata da USB e SBM contro vitalizi e costi della politica. Hanno fatto irruzzione gridando "Vergogna". Il fumo dei petardi lanciati all'esterno è arrivato fino in aula

Sono entrati nel palazzo della Regione i manifestanti che si erano dati appuntamento questa mattina alle 10 sotto alla sede del consiglio regionale in piazza Dante a Trento per protestare contro i vitalizi a consiglieri ed ex, e chiedere alla politica risposte in tempi brevi. E' quello che hanno chiesto direttamente al presidente Ugo Rossi, fermandolo sulle scale e chiedendo un incontro a breve. I manifestanti hanno fatto irruzzione nell'aula gridando "Vergogna". Su uno dei cartelloni della protesta la frase: "Ridateci il malloppo!" chiedendo "casa e lavoro". Alla protesta, annunciata nei giorni scorsi dai sindacati SBM e USB hanno aderito una quarantina di persone che, dopo aver urlato slogan e invettive contro i costi della politica, sono saliti nell'aula interrompendo di fatto i lavori del consiglio. 

Manifestanti e striscione dovete darci il denaro casa e lavoro per tutti-2Manifestanti in aula 1-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento