rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Via Renato Lunelli

Profughi, a Centochiavi la Casa della Solidarietà

La Curia mette a disposizione un edificio di nove piani, sede dell'ex centro pastorale. In via Lunelli posto per una sessantina di profughi e per gli uffici di Cinformi, Atas, Centro Servizi Volontariato. Il progetto prevede la realizzazione di una casa di accoglienza

Nove piani, una sala polifunzionale e una chiesa al piano terra. E' la "Casa della Solidarietà" dove troveranno ospitalità sessanta profughi e dove verranno dislocati gli uffici di Atas (Associazione trentina accoglienza stranieri), Cinformi e  Centro servizi volontariato.  L'edificio, di proprietà della Curia, che un tempo ospitava l'ex Centro Pastorale di Centochiavi, è stato ceduto in comodato gratuito alla Provincia cui spetterà un ruolo di coordinamento con le associazioni che lavorano nel campo dell'accoglienza.

Il progetto, che verrà presentato ufficialmente il 5 giugno prossimo, prevede la realizzazione di una vera e propria casa di accoglienza e di scambio con la realizzazione di un bar-ristorante aperto al pubblico.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, a Centochiavi la Casa della Solidarietà

TrentoToday è in caricamento