menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziani e malati di Alzheimer: +2% di risorse nel 2017

Aumenta lo stanziamento ed aumentano anche i posti in Rsa, per solamente presso la De Tschiderer di via Piave ma nel 2017 apriranno due nuove Case di Riposo

Più posti letto nelle Rsa per anziani, e più risorse per i malati di Alzheimer. E' quanto promette l'assessore alla sanità Luca Zeni con le direttive per il 2017 approvate ieri dalla Giunta provinciale. Le risorse saranno messe a disposizione grazie ad uno stanziamento aumentato del 2% rispetto all'anno scorso fino ad arrivare a 132 milioni 538.537 euro.

L'aumento di posti letto, per ora, riguarderà però solamente la  nuova Rsa di via Piave, a Trento, gestita dall'Apsp Beato de Tschiderer che avrà 55 posti in pi.  Nel 2017 è prevista l’apertura di due nuove strutture, a Canal San Bovo e presso la RSA di Mezzolombardo. Aumentano le risorse a favore delle attività di rieducazione funzionale, che passano da 80.000 a 100.000 euro e lo stanziamento a favore dei malati di Alzheimer, che da 40.000 euro passa a 55.000.

Per contenere l’aumento della retta alberghiera, anche quest’anno, è stato mantenuto il divieto di incrementare la quota a carico degli utenti per le RSA che propongono rette superiori alla media provinciale. Per le altre, il limite massimo del possibile aumento è pari ad un euro, purché non venga superato il tetto della media provinciale: 47,24 € al giorno.La Giunta, infine, ha autorizzato la corresponsione alle 44 APSP operanti in Trentino degli importi necessari a riconoscere ai dipendenti gli adeguamenti contrattuali. La somma complessivamente assegnata ammonta ad euro 4.570.529 euro. 
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le regole per gli spostamenti in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento