menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova piscina, ultimatum di Piazza Dante

Il 31 dicembre scade il termine per l'utilizzo degli 8 milioni di finanziamento originariamente stanziati per la Casa dello Sport. In consiglio comunale esplode il dibattito tra Pd e Patt. Si va verso un ridimensionamento del progetto

Resta in apnea il progetto del maxi impianto natatorio la cui realizzazione era originariamente prevista in via Ghiaie.

Il dibattito si protrae dalla fine dell'estate e torna a dividere la maggioranza in consiglio comunale. Da un lato il Pd che continua a chiedere la maxistruttura da 13 milioni di euro con piattaforma per i tuffi, dall'altra il Patt con il neoassessore Tiziano Uez - che  ha già ribadito di voler limare il budget per la piscina.

Sul piatto ci sono gli 8 milioni di euro che la provincia aveva originariamente stanziato per la casa dello sport, ma il 31 dicembre scade il termine che il comune aveva per utilizzarli.

All'orizzonte si profila una proroga ma il finanziamento con la nuova finanziaria scenderà a 7,44 milioni - e soprattutto sarà vincolato all'ipotesi di un impianto sobrio e sostenibile, come ha fatto sapere il governatore Ugo Rossi.

Una piscina da 9 milioni di euro, coi trampolini ma senza piattaforma per i tuffi. Addio dunque alla maxistruttura con due piscine, una di 51 metri e una di 25, con piattaforma per i tuffi, che a Trento viene richiesta da anni da Francesca Dallapè e dalla sua allenatrice Giuliana Aor.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento