rotate-mobile
Cronaca Povo / Via Sommarive

Conto alla rovescia per il lancio del satellite con i sensori "made in Trento"

Tutto pronto per il lancio dalla base Esa di Korou nella Guinea francese del satellite Lisa Pathfinder che porta a bordo i sensori realizzati all'Università di Trento dal team coordinato dal prof Stefano Vitale. Due masse di una particolare lega di oro e platino misureranno le variazioni del campo gravitazionale con precisione atomica

Conto alla rovescia per la missione spaziale LISA Pathfinder che mercoledì 2 dicembre partirà dalla base ESA di Korou nella Guiana francese. Il satellite, i cui sensori sono stati realizzati a Trento, farà da precursore tecnologico al primo osservatorio spaziale di onde gravitazionali pianificato dall’Agenzia Spaziale Europea. Un osservatorio in grado di guardare il nostro universo da una prospettiva completamente nuova che rivoluzionerà la nostra conoscenza dell’universo, aprendo la strada a un nuovo tipo di astronomia, l’astronomia gravitazionale.

ATTENZIONE IL LANCIO E' STATO  RIMANDATO  a giovedì 3 dicembre ore 6.30, clicca qui...
 
Nella missione l’Università di Trento ha un ruolo da protagonista: il gruppo di Gravitazione sperimentale del Dipartimento di Fisica dell’Ateneo trentino, coordinato dal professor Stefano Vitale, principal investigator del progetto Pathfinder, è infatti da più di dieci anni impegnato nella realizzazione di sensori inerziali in grado di cogliere la propagazione delle onde gravitazionali nell’universo. E ora il risultato di anni di ricerca si trova posizionato all’interno del satellite: due masse in lega d’oro e di platino, che resteranno sospese in assenza di gravità all’interno di LISA, e un sistema laser che misurerà lo spostamento relativo delle due masse con la precisione delle dimensioni nell’ordine di un atomo, per poi trasmettere i dati all’osservatorio spaziale.

Per seguire tutti insieme il lancio è  prevista una diretta con colazione: “L’alba nello spazio” che si terrà mercoledì 2 dicembre, dalle 6.30 alle 9.00, nell’atrio del Dipartimento di Fisica/TIFPA (Povo - Via Sommarive, 14) con collegamento dalla base dell’ESOC (European Space Operation Centre - Darmstadt Germany), clicca qui per i dettagli dell'evento

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conto alla rovescia per il lancio del satellite con i sensori "made in Trento"

TrentoToday è in caricamento