Emergenza acqua: impennata dei consumi, fontane chiuse fino a nuovo ordine

Sono molti i comuni, compreso il capoluogo, che hanno dato mandato a Dolomiti Reti di chiudere le fontane a getto continuo. Una misura dettata dalla scarsità delle risorse idriche, ma anche da un aumento sproporzionato dei consumi privati nell'ultimo mese

E' ancora emergenza acqua a Trento e non solo, sono molti i comuni che hanno dato mandato a Dolomiti Reti di chiudere le fontane pubbliche. Niente acqua fino a nuovo ordine, almeno per quanto riguarda il capoluogo dove, fanno sapere dall'azienda, le fontane verrano riaperte solamente quando rientrerà l'emergenza data dalla scarsità delle risorse idriche.

Non si tratta però solamente di mancanza di acqua nelle fonti: la concausa dell'emergenza è data da un altro fenomeno. A Trento, spiegano i responsabili di Dolomiti Energia, si è registrato un aumento anomalo dei consumi d'acqua. Molto probabilmente questo aumento è conseguenza diretta del caldo delle settimane scorse, ma le temperature (e quindi probabilmente i conusmi) sono destinate a salire ancora clicca qui.. Per mettere un freno ai consumi il Comune ha quindi deciso di chiudere le fontane a getto continuo. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento