rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Droga / Aldeno

La stube di casa come un “coffee shop”: nei guai una famiglia della Val d’Adige

Padre, madre e figlio denunciati per agevolazione al consumo di stupefacenti. Nella serra anche una pianta di marijuana

Il figlio aveva organizzato la stube di casa come un luogo in cui chiunque poteva andare a consumare droga in totale tranquillità, mentre i genitori non vedevano (o facevano finta di non vedere, ma questo sarà il giudice a stabilirlo). Insomma, una sorta di "coffee shop"; illegale, naturalmente. Per questo, è finita nei guai una famiglia della Val d’Adige.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri di Aldeno, iniziate lo scorso anno, e grazie a lunghi servizi di osservazione è riuscita a scovare gli avventori della stube, tra cui anche alcuni minorenni. Ieri mattina, giovedì 2 marzo, i carabinieri si sono quindi presentati davanti alla casa per una perquisizione.

L’esito della perquisizione non ha lasciato spazio a dubbi: trovati 6 grammi di marijuana, 1 di hashish e un box serra con una piantina di marijuana. Per la famiglia è scattata una denuncia in stato di libertà per agevolazione del consumo di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stube di casa come un “coffee shop”: nei guai una famiglia della Val d’Adige

TrentoToday è in caricamento