Martedì, 11 Maggio 2021
Cronaca

Escursionista disorientato nel buio e recuperato dal soccorso alpino

L'uomo è stato trovato poco sotto il bivacco della Madonnina a una quota di circa 1800 m.s.l.m. in mezzo a un manto di neve

Foto di repertorio

È stato recuperato illeso dal soccorso alpino e speleologico trentino l'escursionista che ha perso il sentiero nella serata di lunedì 19 ottobre sulla Vigolana. L'intervento dei soccorsi si è concluso verso le 20.15, l'uomo, un escursionista del 1964 residente a Crotone, era uscito da solo per un'escursione ma, a causa della neve abbondante presente in quota, ha perso la traccia del sentiero. Dopo aver proseguito il suo cammino nel tentativo di ritrovare il sentiero e di raggiungere il Becco di Filadonna, non riuscendo ad orientarsi e con l'arrivo del buio, ha preferito chiamare il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 19.45. 


Il coordinatore dell'Area operativa Trentino centrale del soccorso alpino e speleologico ha chiesto l'intervento dell'elicottero che in pochi minuti era in volo sulla Vigolana. Grazie all'utilizzo dei visori notturni in dotazione al pilota, al tecnico di volo e al tecnico di elisoccorso e alla luce del cellulare appositamente accesa dall'escursionista, è stato possibile individuare l'uomo in breve tempo. Si trovava poco sotto il bivacco della Madonnina a una quota di circa 1800 m.s.l.m. in mezzo a un manto di neve. Il tecnico di elisoccorso è stato verricellato sul posto per effettuare il recupero. L'escursionista è stato quindi elitrasportato a valle in sicurezza, senza il bisogno del ricovero in ospedale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escursionista disorientato nel buio e recuperato dal soccorso alpino

TrentoToday è in caricamento