menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto dal gruppo Sei di Mori se...

foto dal gruppo Sei di Mori se...

Mori, cadono massi dal diedro: è un'operazione controllata

I massi caduti oggi dalla roccia, parzialmente ddemolita domenica, non si sono staccati da soli: gli operai sono al lavoro per preparare la seconda fase

Dopo l'esplosione controllata di domenica, che ha comportato l'evacuazione di 240 abitanti dalle case delle vie a rischio, oggi alcune rocce si sono staccate dal diedro che sovrasta l'abitato di Mori. Alcuni attimi di paura tra gli abitanti, prima di capire che gli operai erano ancora al lavoro sulla sommità del diedro (o meglio di quel che  ne rimane dopo  la prima delle due esplosioni) e che la situazione era sotto controllo.

I Vigili del Fuoco di Mori spiegano che si tratta di lavori di "pulizia" della sommità in vista della seconda, e definitiva esplosione. In pratica vengono rimossi detriti particolarmente instabili per preparare nuovamente il diedro all'esplosione controllata. I massi caduti nel bosco sottostante hanno alzato una nuvola di polvere visibile anche da lontano, come si vede nella foto postata nel gruppo facebook Sei di Mori se...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento