Cronaca Oltrefersina / Via Alcide De Gasperi

Edilizia, crisi del settore: "Aziende sull'orlo del fallimento"

Lo conferma il presidente dell'Ance, Enrico Garbari. Le cause principali sono la difficoltà per le imprese trentine ad aggiudicarsi un appalto per i lavori pubblici, ma anche l'accesso al credito

E' allarme crisi nel settore edìle. Dopo l'annuncio della chiusura dello stabilimento trentino della Precompressi Valsugana, la ditta specializzata nella produzione di travi di cemento precompresse per grandi strutture, anche altre aziende sono a rischio. Lo conferma Enrico Garbari, presidente dell'Ance, l'associazione del settore edile di confindustria. Le cause principali della pesante crisi sono la difficoltà per le imprese trentine di aggiudicarsi un appalto per lavori pubblici, ma anche l'accesso al credito.

"Servirebbero - spiega Garbari - interventi immediati, perché ci sono aziende che sono sull'orlo del fallimento". Il presidente dell'Ance esprime anche qualche perplessità riguardo al nuovo software per le gare d'appalto messo in campo di via sperimentale dalla Giunta provinciale. Il sistema informatico consente alle imprese che partecipano ad una gara d'appalto per lavori pubblici compresi tra uno e due milioni di euro di formulare le offerte per via telematica. Il sistema ha l'obiettivo di snellire le procedure burocratiche, facendo scendere la durata della gare dagli attuali 60-120 giorni a tre giorni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, crisi del settore: "Aziende sull'orlo del fallimento"

TrentoToday è in caricamento