rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 24 dicembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

La vigilia di Natale porta in dote un bollettino senza vittime. Nell'aggiornamento dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari ci sono però altri 403 positivi. In flessione anche i ricoveri in ospedale, che scendono a quota 118.

Nel dettaglio, ieri sono stati tanti analizzati 1.117 tamponi molecolari che hanno individuato 116 nuovi casi positivi e confermato 167 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi ieri sono stati 9.496, dei quali 287 sono risultati positivi. Le fasce di età più esposte risultano essere quelle fra i 19 e 39 anni (160 nuovi contagi) e fra 40 e 59 anni (99 nuovi contagi).

La campagna vaccinazioni a venerdì mattina ha registrato un totale pari a 977.426 somministrazioni, comprese 388.935 seconde dosi e 158.255 terze dosi.

53 le classi in quarantena. Sul fronte dei guariti il numero riportato oggi è pari a 178, per un totale di 52.655.
118, come accennato, il numero di pazienti ricoverati in ospedale, comprese 22 persone che si trovano ancora in rianimazione. Ieri i nuovi ricoveri sono stati 12, ma le dimissioni 15. 

Le ultime notizie qui

Fugatti :"Senza no-vax, saremmo in zona bianca"

"Oggi i non vaccinati sono quelli che stanno mettendo in ginocchio il sistema sanitario, grazie a loro probabilmente il Trentino entrerà in zona arancione. Senza no vax, saremmo in zona bianca". Non usa mezzi termini il presidente della provincia Maurizio Fugatti durante la conferenza convocata mercoledì 22 dicembre per fare il punto sulla pandemia.

E guardando i numeri è difficile dare torno al presidente: su 119 ricoverati, il 52% non è vaccinata, percentuale che sale al 65% (15 su 23) se si considerano le persone in terapia intensiva. "Si tratta di matematica e non è una casualità, l’incidenza del contagio è molto maggiore sui non vaccinati. Invito i trentini a riflettere su questo tema e a fare scelte che siano a beneficio della comunità. Da parte nostra abbiamo affrontato l'ipotesi di un obbligo vaccinale con una certa laicità, ma è un dato di fatto che chi non si vaccina rischia di mandare il Trentino in zona arancione" ribadisce Fugatti.

Il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare le nuove misure destinate a contrastare il picco di nuovi casi Covid che proprio in prossimità delle feste di fine anno sta colpendo l'Italia. Una tempesta perfetta trainata dalla variante omicron che in alche aree del Paese costituirebbe la causa di oltre un contagio su quattro. Subito dopo il Cdm la conferenza stampa del ministro della Salute Roberto Speranza che spiegherà i termini del nuovo provvedimento.

Cancellato il Capodanno, terza dose o tampone per le feste al chiuso 

  • La validità del "green pass rafforzato" scende da 9 a 6 mesi dal primo febbraio.
  • Il super green pass diventa obbligatorio anche per musei e palestre. Come previsto dall'articolo 7 della bozza del decreto dal 30 dicembre è previsto il green pass rafforzato per l'accesso a musei e luoghi di cultura, piscine, palestre e sport di squadra, centri benessere e centri termali, centri culturali, sociali e ricreativi, sale gioco, sale bingo e casinò. Dall'obbligo sono esclusi i minori di 12 anni e i soggetti esentati dalla campagna vaccinale
  • Super green pass anche per il caffè al banco del bar.
  • Obbligo di mascherine all'aperto anche in zona bianca fino al 31 gennaio.
  • Mascherine Ffp2 su bus, tram, metro, treni e aerei.
  • Al cinema, teatri e eventi sportivi oltre all'obbligo di mascherina Ffp2, vengono vietati il consumo di cibo e bevande.
  • Vietati eventi e feste che implichino assembramenti all'aperto fino al 31 gennaio.
  • Terza dose o tampone per entrare in locali e feste in locali pubblici (dal 30 dicembre e fino alla fine dello stato di emergenza).
  • L'obbligo vaccinale a tre dosi non solo per i sanitari, forze dell'ordine e insegnanti, ma viene esteso anche ai dipendenti statali.
  • Alle frontiere e negli scali aeroportuali, marittimi e terrestri, i viaggiatori che fanno ingresso nel territorio nazionale saranno sottoposti a test antigenici o molecolari a campione: in caso di esito positivo scatta l'isolamento fiduciario per dieci giorni presso i Covid Hotel, ove necessario.
  • Prorogato il Green pass per chi si è vaccinato a San Marino (la norma contenuta nel decreto milleproroghe, ndr).
  • Nove milioni di euro stanziati per lo screening dei casi positivi nelle scuole.

Continua a leggere qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 24 dicembre

TrentoToday è in caricamento