A caccia di notte con faro e carabina modificata: bracconiere denunciato

Sorpreso alle 4.30 nella riserva di Levico con un potente faro ed una carabina con puntatore a led

Dopo alcune segnalazioni la forestale di Levico hanno recentemente intensificato i servizi mirati alla ricerca di eventuali responsabili di attività venatorie illecite. Nei giorni scorsi, gli agenti in servizio hanno accertato che un cacciatore della locale riserva girovagava dopo il tramonto a bordo di un’autovettura in località Campiello di Levico, alla ricerca di selvaggina, con l’ausilio di un potente faro. 


Gli stessi agenti, insieme ai guardiacaccia dell’Associazione Cacciatori Trentini, lo hanno bloccato in piena notte, alle ore 04.30, mentre a bordo di un piccolo fuoristrada stava ricercando caprioli e cervi. Nell'auto è stata trovata, pronta per l’uso, una carabina con cannocchiale. Sulla canna del fucile era montata anche una torcia a led, per poter sparare di notte. Al bracconiere è stato quindi contestato il reato di caccia con mezzi vietati e sono state contestate anche le violazioni amministrative per esercizio di caccia in orario vietato e con l’uso di sorgenti luminose. L’arma ed il faro sono stati posti sotto sequestro e consegnati alla Procura del Tribunale di Trento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento